Concorso pubblico Assistente Tecnico


Che cosa e' e a che cosa serve: 

L'Amministrazione Comunale di Limbiate intende procedere, tramite CONCORSO PUBBLICO PER ESAMI alla copertura di:

 

n. 2 POSTI a tempo indeterminato e piano di “ASSISTENTE TECNICO” - categoria C – posizione economica C1 - da assegnare al Settore Territorio.

 

CONCORSO PUBBLICO È RISERVATO PRIORITARIAMENTE AI VOLONTARI DELLE FF.AA. AI SENSI DELL’ART. 1014, COMMA 3 E 4, E DELL’ART. 678, COMMA 9, DEL D.LGS. 66/2010 E S.M.I.

 

Competenze ricercate per il profilo professionale richiesto:

 

“Esegue in autonomia attività istruttoria di natura tecnico amministrativa e/o contabile, anche utilizzando strumenti di office automation e programmi specifici, sulla base di indicazioni di massima fornite dal proprio responsabile. Se richiesto, coordina l’esecuzione di specifiche attività assegnate e svolte anche in collaborazione con colleghi. Responsabilità di risultati sulle prestazioni rese, anche inerenti agli obiettivi attribuiti dal Dirigente/Responsabile in relazione ai processi cui è assegnato, e sulle scadenze. Relazioni interne all’ente anche di tipo complesso; relazioni esterne: con altre istituzioni di tipo interlocutorio, con gli utenti di tipo diretto ed anche complesse nonché con i fornitori”.

 

Conoscenze richieste per il posto da ricoprire:

 

  • Costituzione (nozioni)

  • TUEL n. 267/2000

  • Decreto Legislativo n. 241/1990

  • Nozioni di diritto penale, con particolare riferimento ai reati contro la P.A.

  • Decreto Legislativo n. 50/2016 e s.m.i. (codice dei contratti pubblici)

  • Decreto Legislativo n. 81/2008 e s.m.i. (sicurezza)

  • D.P.R. n. 285/90 (cimiteri)

  • L.R. n. 12/2005 (edilizia urbanistica)

  • D.P.R. n. 380/01 e s.m.i. (edilizia e urbanistica)

  • L. n. 13/1989 e s.m.i. (barriere architettoniche)

  • L.R. n. 6/1989 e Decreto attuativo (barriere architettoniche)

  • Piano di Governo del Territorio – L.R. 12/2005 (cenni)

  • Regolamento Locale d'Igiene – Titolo III

  • D.P.R. n. 151/2011 (VV.FF.) - cenni

  • D.M. 18/03/1996 (norme impianti sportivi) – cenni

  • D.M. 18/12/1975 e s.m.i. (norme edilizia scolastica) – cenni

  • Norme UNI EN 1176-1177 (attrezzature ludiche) – cenni

  • D.L. n. 285/1992 e s.m.i. (codice della strada e regolamento di attuazione) - cenni

Chi può presentarla: 

Per l’ammissione alla procedura concorsuale pubblica è richiesto il possesso dei seguenti requisiti:

 

  1. maggiore età (entro la data di scadenza del termine stabilito nel presente bando per la presentazione delle domande) inoltre la partecipazione non è soggetta a limiti massimi di età;

     

  2. cittadinanza italiana (sono equiparati gli italiani non appartenenti alla Repubblica) ovvero essere cittadino di uno degli Stati membri dell’Unione Europea ovvero essere familiare di cittadino di uno degli Stati membri dell’Unione Europea non avente la cittadinanza di uno Stato membro, purché titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente; essere cittadino di Paesi terzi (extracomunitari) purché titolare del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo o titolare dello status di rifugiato ovvero dello status di protezione sussidiaria. (I cittadini dell’Unione Europea e di Paesi terzi devono, peraltro, godere dei diritti civili e politici negli Stati di appartenenza o di provenienza, avere adeguata conoscenza della lingua italiana, essere in possesso, fatta eccezione della titolarità della cittadinanza italiana, di tutti gli altri requisiti previsti per i cittadini della Repubblica);

     

  3. idoneità fisica all’impiego: di essere fisicamente idonei al servizio fatta salva la tutela dei portatori di handicap di cui alla Legge 05.02.1992 n. 104. L’Amministrazione ha facoltà di sottoporre a visita medica di controllo gli eventuali assumendi in base alla normativa vigente (art. 41 D. Lgs 81/2008 ed art. 26 D.Lgs 106/2009) al fine di accertare il possesso del requisito dell’idoneità psico-fisica a svolgere continuativamente ed incondizionatamente le mansioni annesse al profilo di cui al presente bando di selezione.

     

  4. immunità da condanne o procedimenti penali in corso: non aver riportato condanne penali o avere procedimenti penali in corso che impediscano, ai sensi delle vigenti disposizioni, la costituzione del rapporto di impiego presso la Pubblica Amministrazione. L’Amministrazione si riserva di valutare a proprio insindacabile giudizio, l’ammissibilità all’impiego di coloro che abbiano riportato condanne penali irrevocabili alla luce del titolo del reato, dell’attualità o meno, del comportamento negativo in relazione alle mansioni della posizione di lavoro messa a concorso;

     

  5. godimento dei diritti politici e civili: ovvero non essere in corso in alcuna delle cause che, a norma delle vigenti disposizioni di legge, ne impediscono il possesso (anche nei paesi di appartenenza);

     

  6. regolare posizione nei riguardi degli obblighi di leva (per i candidati di sesso maschile nati entro il 31/12/1985 ai sensi dell’art. 1 della Legge 23/08/2004 n. 226);

     

  7. non essere mai stato destituito o dispensato o comunque licenziato dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione, ovvero dichiarato decaduto da altro impiego presso una Pubblica Amministrazione, ai sensi dell’art. 127, comma 1, lettera d), del T.U. approvato con D.P.R. 10 gennaio 1957, n. 3 per aver conseguito l’impiego mediante produzione di documenti falsi o viziati di invalidità insanabile;

     

  8. essere essere in possesso del titolo di studio: DIPLOMA DI GEOMETRA O DIPLOMA DI PERITO EDILE O TITOLO EQUIPOLLENTE (O TITOLO SUPERIORE).

    Oppure

    Diploma di laurea vecchio ordinamento / laurea triennale o specialistica o magistrale nuovo ordinamento in:

    INGEGNERIA o equipollenti;

    ARCHITETTURA o equipollenti;

 

L'equipollenza deve risultare da atti o provvedimenti normativi ed il titolo di studio richiesto deve essere rilasciato da Università riconosciuta a norma dell'ordinamento scolastico dello Stato.

Per i titoli di studio conseguiti all’estero l’ammissione è subordinata al riconoscimento degli stessi come corrispondenti al titolo di studio previsto per l’accesso, ai sensi della normativa vigente. A tal fine verrà successivamente richiesta la certificazione di equiparazione del titolo di studio redatta in lingua italiana e rilasciata dalle competenti autorità.

Si ritengono equipollenti a quello sopra indicato anche i titoli di studio conseguiti all’estero riconosciuti secondo le vigenti disposizioni (art. 38 comma 3 del D. Lgs. 30/03/2001 n. 165 e ss.mm.ii). Sarà cura del candidato dimostrare la suddetta equipollenza mediante l’indicazione degli estremi del provvedimento che lo riconosce quale titolo di studio di pari valore ed equipollente rispetto al titolo di studio richiesto per l’ammissione.

I cittadini dell’Unione Europea in possesso di titolo di studio comunitario possono richiede l’ammissione con riserva in attesa dell’equiparazione del proprio titolo di studio. Tale equiparazione, che deve essere posseduta al momento dell’eventuale assunzione, deve essere richiesta, a cura del candidato, al Dipartimento della Funzione Pubblica – ufficio PPA, Corso V. Emanuele, 116, 00186 ROMA – tel. 06/68991.

In tutti i casi in cui sia intervenuto un decreto di equipollenza è onere del candidato dimostrare la suddetta equipollenza specificando gli estremi del provvedimento con apposita dichiarazione contenuta nella domanda di partecipazione.

  1. conoscenza della lingua inglese;
  2. conoscenza dell’uso di apparecchiature informatiche;

  3. essere in possesso della patente di guida per i veicoli di categoria B;

  4. solamente per i cittadini di uno degli stati membri dell’Unione Europea e di altri paesi:

  • godimento dei diritti civili e politici negli stati di appartenenza o di provenienza, ovvero i motivi del mancato godimento;

  • adeguata conoscenza della lingua italiana.

Documentazione richiesta: 

Documentazione obbligatoria da allegare alla domanda di partecipazione:

  • Curriculum formativo e professionale (formato europeo), debitamente sottoscritto, contenente il resoconto dell’esperienza professionale e di servizio acquisita, avendo cura di indicare in modo dettagliato i periodi effettuati in formato data esteso;

  • Copia pdf documento di identità in corso di validità;

     

Documentazione che può essere allegata facoltativamente:

  • eventuali documentazione relativa ai titoli di preferenza da considerare in caso di parità di valutazione;

  • eventuale documentazione comprovante la necessità di usufruire dei tempi aggiuntivi nonché dei sussidi ritenuti necessari per la dichiarata condizione di disabilità;

  • eventuale idonea certificazione rilasciata dalla competenti autorità per l'equipollenza/ equiparazione del titolo di studio.

Quando: 

Il termine per la presentazione delle domande è fissato alle ore 23:59 del 19 SETTEMBRE 2018.

(Giorni 30 dalla data di pubblicazione del presente bando all’Albo Pretorio on line).

La presentazione della domanda è ESCLUSIVAMENTE ON_LINE

Informazioni Utili: 

Qualora il numero delle domande di partecipazione sia superiore a CINQUANTA, si procederà ad effettuare una prova preselettiva che consisterà nella risoluzione di un questionario a risposta multipla sulle materie previste dal bando.

In esito alla prova preselettiva, saranno ammessi alle prove d’esame i primi 30 classificati. Qualora al 30° posto vi fossero più candidati che hanno conseguito il medesimo punteggio, gli stessi saranno ammessi alla prova scritta.

 

Le prove concorsuali, consistenti in una prova scritta e in una prova orale, sono dirette ad accertare la professionalità dei candidati in riferimento alle attività da svolgere nonché la capacità di risolvere problemi, elaborare soluzioni nell’ambito delle proprie competenze lavorative ed inserirsi nell’organizzazione comunale:

 

  • PROVA SCRITTA (max punti 30):

Redazione di un elaborato in domande a risposta aperta sulle stesse materie della prova preselettiva e redazione di un elaborato o risoluzione di un caso concreto, finalizzato a verificare la conoscenza delle materie sopra individuate, nonché l’attitudine del candidato alla progettazione, all’analisi ed alla soluzione di problemi inerenti le funzioni dello specifico profilo professionale da ricoprire.

 

Conseguono l’ammissione alla prova orale i candidati che avranno ottenuto un punteggio di almeno 21/30.

 

  • PROVA ORALE (max punti 30):

Il colloquio consisterà in:

  • domande sulle materie della prova scritta

  • eventuali chiarimenti in merito allo svolgimento delle stesse

  • accertamento delle competenze tecniche e attitudinali necessarie allo svolgimento delle mansioni previste dal profilo professionale richiesto.

 

La prova orale si considererà superata solo dai candidati che avranno ottenuto un punteggio di almeno 21/30.

 

DIARIO DELLE PROVE

  • LA PROVA PRESETTIVA SI TERRA' IN DATA MERCOLEDI' 10 OTTOBRE 2018;

  • LA PROVA SCRITTA SI TERRA' IN DATA MERCOLEDI' 17 OTTOBRE 2018;

  • LA PROVA ORALE SI TERRA' IN DATA GIOVEDI' 25 OTTOBRE 2018.

 

LA SEDE E L'ORARIO DELLE PROVE D’ESAME VERRANNO COMUNICATI MEDIANTE APPOSITO AVVISO SUL SITO ISTITUZIONALE DELL’ENTE.

Eventuali modifiche alla data delle prove saranno comunicate TEMPESTIVAMENTE SUL SITO ISTITUZIONALE DELL’ENTE www.comune.limbiate.mb.it.

 

Nessuna ulteriore comunicazione sarà inviata ai concorrenti.

 

Per informazioni è possibile contattare l'Ufficio Personale ai numeri 02.99097229-206-243 nei seguenti giorni:

Lunedì e Mercoledì dalle ore 10,00 alle ore 12,00 e dalle ore 15,00 alle ore 17,00

Martedì e Giovedì dalle ore 10,00 alle ore 12,00

Venerdì dalle ore 9,00 alle ore 12,00

Oppure scrivendo all'ufficio tramite l'indirizzo e-mail assunzioni@comune.limbiate.mb.it

Responsabile del Procedimento: 
Giuseppe Cogliati
Ufficio di riferimento: 
Ufficio Personale